Pensieri



Questo sito utilizza cookie di Google per erogare i propri servizi e per analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google, unitamente alle metriche sulle prestazioni e sulla sicurezza, per garantire la qualità del servizio, generare statistiche di utilizzo e rilevare e contrastare eventuali abusi.

martedì 9 agosto 2011

la Fontana di Cacciapesce a Campobasso: un monumento itinerante...


la Fontana di Cacciapesce

La monumentale fontana fu inaugurata l’otto dicembre 1871. Essa si alimentava dalla zona nord di Campobasso nei pressi di San Giovannello. In tale sito l’acqua era raccolta in una vasca contenente anche dei pesci, che i campobassani si divertivano a pescare. Da qui il nome, estesosi, poi, alla contrada cittadina.
Quindi non fu mai collocata in quella periferia, come erroneamente si ritiene. Del resto che senso avrebbe avuto realizzare un opera così importante in piena campagna?
In principio era ubicata dove oggi è il Seminario e fu successivamente spostata accanto alla caserma dei carabinieri, in un’area destinata anche alla sistemazione delle giostre.
Per decenni i Campobassani vi si approvvigionarono di acqua per le necessità quotidiane e spesso fu “galeotta”, consentendo i corteggiamenti alle giovani, mentre attingevano ad essa con le classiche tine in rame.
Era anche detta dell’Annunziata perché inizialmente collocata sulla via omonima che conduceva alla chiesa di San Francesco, dedicata in precedenza appunto all’Annunziata. Era anche detta dei Cappuccini per la vicinanza al Convento.
Smontata negli anni 50, per far posto al palazzo dell’I.N.A.I.L., scomparve per entrare leggenda.
Improvvisamente è riapparsa nel nuovo millennio!!!
 
piazza Pepe con l'edicola
accanto alla Cattedrale
L’attuale collocazione, dopo un iniziale entusiasmo, appare limitativa. Forse avrebbe meritato bel altri spazi. Un’idea (meno peregrina di quel che sembra) poteva essere dinanzi al Savoia!
Follia pura? E perché poi?
Si potrebbe spostare l’edicola, risistemando questa al fianco del Duomo, facendo così rivivere l’immagine da cartolina d’epoca della pagoda accanto alla Cattedrale. Al suo posto, come da alcuni ipotizzato, potrebbe fare bella mostra di se l’imponente monumento ottocentesco.
Si avrebbe così, nel largo della Maddalena all’ingresso principale del borgo medioevale, una novella Fontana di Trevi.
 Insomma, ancora uno spostamento della fontana itinerante….


largo della Maddalena
"guardando" verso
porta San Leonardo


Ad opportuna e preziosa integrazione non ci si può esimere dal consultare il sito dell'arch. Franco Valente in cui sono riportate alcune bellissime immagini del Molise di fine ottocento. Tra esse proprio la Fontana e  piazza Pepe con l'edicola a pagoda.